L'IMPATTO DEL CORONAVIRUS SUL SERVIZIO DEL TRASPORTO AUTO

Aug 31, 2020
Condividi

Che il Covid-19 abbia cambiato le nostre abitudini è oramai una certezza. L'economia del mondo intero ha dovuto adattarsi, ristrutturarsi e trovare un nuovo equilibrio per far fronte a questa crisi sanitaria.

Anche il settore del trasporto auto con bisarca ha subito le conseguenze di questa crisi senza precedenti. Ma come si organizzano le aziende per far fronte a questa situazione e al futuro del settore del trasporto?

 

L'impatto del Coronavirus sul servizio di Trasporto auto

 

Il Covid-19 ha avuto un impatto su tutti i settori e su tutta la nostra economia. Ovviamente anche il settore del trasporto ne ha risentito.

Ma come? Come cambierà la domanda? Quali sono le perdite e per le aziende?

Il settore del trasporto qualsiasi sia la sua modalità, comincia a risentire fortemente l’impatto del coronavirus. Che sia sulle limitazioni di trasporto, sul rallentamento della logistica e sullo stop della domanda, sono diverse le conseguenze che pesano sul settore e fanno emergere dubbi sui mesi a venire. 

Il coronavirus ha cambiato e cambierà le nostre abitudini e soprattutto quelle dei trasportatori. Restrizioni, controlli della temperatura e autocertificazioni per ogni spostamento, andranno ad impattare direttamente sui : tempi di consegna e l’accessibilità a diverse destinazioni. 

Il blocco delle frontiere, ha rappresentato un vero e proprio ostacolo per le società che svolgono un trasporto di auto a livello internazionale e intercontinentale. A questo va aggiunto il blocco di diverse concessionarie e aziende di produzione di auto che rappresentano una fetta di mercato importante per il trasporto di auto con bisarca

Negli ultimi mesi si sono registrati delle significative riduzioni di attività nel trasporto con bisarche, fino ad uno stop completo con il decreto emesso dallo stato  che ha visto la chiusura della filiera automotive e delle restrizioni di circolazioni tra le varie regioni in Italia. 

 

Come sarà il trasporto auto post covid? 

Come in tutte le situazioni, si cerca di trarre beneficio e trovare delle soluzioni. Con la riduzione di quasi 84% delle vendite e una limitazione della produzioni, le concessionarie hanno dovuto reinventarsi, si anche loro così come diversi ristoranti e negozi si sono affidati al delivery. Alcune aziende come Tesla, hanno optato per la consegna a domicilio delle vetture. Questa invenzione ha avuto un beneficio per i mezzi come la bisarca permettono di consegnare al cliente la sua vettura direttamente a domicilio. Sembra proprio questa la via che sarà adottata da alcuni paesi per far fronte all’emergenza del covid. Anche la Cina, sta testando questa direzione per far fronte alla crisi e alle nuove tendenze di acquisto. 

Il cliente sceglie il suo luogo e data di consegna. Questa soluzioni, diciamo di emergenza non è ancora stata adottata da tutte le aziende di produzione automobilistica, ma permette di limitare le perdite e testare un nuovo servizio che rispetti le norme igienico sanitarie. 

Questo permette di trarre un beneficio sia per le concessionarie che hanno dovuto far fronte ad una perdita considerevole di vendite con la chiusura totale e ovviamente alle società di bisarca che potrebbero trarre vantaggio di questa situazione e fidelizzare una nuova clientela verso questa nuova tipologia di trasporto. Tutte le aziende di trasporto, sono in allerta non smettono di organizzarsi e di strutturare al meglio le loro flotte di trasporto al fine di rispettare le norme igienico sanitarie e puntare verso una ripresa progressiva dell'attività. 

Articoli

Correlati

Iscriviti

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per restare in contatto.